Ignora collegamenti di navigazione  
 

 
 

[Registrati]
Alagna Valsesia
 

Itinerari e attività outdoor

Alagna è come un libro illustrato. Camminando fra le vie e le frazioni se ne sfogliano le pagine. Ogni angolo racconta un pezzo della sua storia centenaria. I differenti aspetti di questa comunità si palesano agli occhi di chi la guarda. La storia e la morfologia del territorio di Alagna ne fanno un luogo di grande interesse, che offre numerose possibilità ad escursionisti, alpinisti e visitatori di passaggio.
L'equilibrata armonia fra antropizzazione alpina e territorio è evidente già ad un primo sguardo e il recupero ambientale in atto in anni recenti, sta specializzando progressivamente Alagna come paese di montagna, fiero della propria origine e tradizione. Gli itinerari escursionistici sono numerosi e vari e si sviluppano a più livelli nell'area attorno al paese con sentieri ben attrezzati e facilmente percorribili, e risalgono le valli laterali talvolta con percorsi più impervi ma di particolare fascino, segnalati dal CAI della sezione di Varallo. Propongono temi storico-culturali, naturalistici ed artistici, e si dipanano, sull'alta Valsesia, dai più semplici ai più impegnativi, sotto l'occhio morbido e generoso della maestosa parete meridionale del Monte Rosa.

Il comprensorio sciistico di Alagna, Free Ride Paradise per definizione, offre possibilità illimitate ed ancora in gran parte sconosciute agli amanti dello sci fuoripista
Un domaine skiable pressoché senza confini attende gli amanti del fuori pista, con una scelta infinita tra ripidi couloirs, soffici panettoni, ampi spazi di neve polverosa e chilometri di facili percorsi, che si snodano tra laghi alpini e pascoli, promessa di emozioni sempre nuove nelle diverse stagioni. Percorsi da favola tra le baita walser o nascosti nel Parco Naturale Alta Valsesia, dove non sono importanti i chilometri di pista, ma gli ettari di neve vergine per ogni sciatore.
Punto di arrivo degli impianti è Indren 3275 m
, punto di partenza di tutti i fuoripista del Monte Rosa. Alagna, centro storico dell'alpinismo di fine Ottocento vanta il corpo guide più antico d'Italia dopo quello di Courmayeur, fondato con 24 membri nel 1872.
E numerosi furono gli alpinisti locali che diedero il loro nome ad alcune delle principali vette: Pietro Giordani, medico di Alagna, che con un gruppo di compaesani raggiunse la cima oggi a lui intitolata (m.4046) il 23 luglio 1801, don Giovanni Gnifetti, che salì tra l'8 e il 9 agosto 1842 la punta omonima (m.4554), Antonio Grober, primo a salire il 3 settembre 1874 la Grober (m. 3497), Joseph Zumstein, ispettore forestale della Valsesia che nel 1819, conquistò la terza cima del gruppo m 4563.
E la tradizione alpinistica di Alagna continua ai nostri giorni nell’alpinismo ultima generazione che vede nel Monte Rosa spazi sempre nuovi per emozioni e salite. La più ambita di tutte, la salita alla Capanna Margherita, il rifugio più alto d’Europa, attira ogni anno migliaia di alpinisti, mentre le creste del Rosa restano un mito nei desideri di chi punta in alto. Per queste e molte altre informazioni relative agli itinerari e alle escursioni visita il sito http://www.alagna.it

 
 
partners logo regione piemonte logo environment park
 
  Copyright Borghi Sostenibili del Piemonte - Progetto finanziato dall'Assessorato al turismo della Regione Piemonte