Ignora collegamenti di navigazioneRicetto di Candelo (BI) < I Borghi < Home  
 

 
 

[Registrati]

 
Abitanti: 8050 (al 2005)
Altitudine: 340 metri s.l.m.
Municipio: Piazza Castello, 29 CAP 13878
Tel. 015-2534111 - Fax. 015-2534112
Informazioni turistiche: P.zza Castello, 16 - 13878 Candelo (BI) - Tel. 0152536728 - [www.prolococandelo.it] e-mail:prolococandelo@libero.it – Orari: 9 -12 e 14.30-18 (lun e sab. mattina chiuso)
Associazioni: Borghi più Belli d’Italia
Riconoscimenti: Città sostenibile per bambini e bambine (2000); titolo di “Città” (2001) "Comune fiorito" nel 2004 (3 fiori nel 2004 e due fiori nel 2005);”Andar per borghi" (con Candelo capofila) vince il I premio di Italia Medioevale per la promozione del territorio (2005).
Bandiera Arancione del TCI
Santo patrono: SS. Pietro e Lorenzo, 29 giugno.
Mappa con elementi di interesse ambientale:

Il Borgo

Le potenzialità turistiche di un monumento medievale unico e di un paesaggio storico e naturale straordinario sono ancora tutte da scoprire: Candelo è uno di quei luoghi che entrano nei cuori di viaggiatori, uno di quei mondi a due passi da casa che paiono distanti nel tempo e nello spazio, ma che una volta scoperti non si abbandonano più. Una rete di itinerari da percorrere a piedi o in bici attorno al celebre ricetto, il monumento più importante dell’area, ma anche nella baraggia, un ambiente particolare che ricorda le savane africane.

Il comune dIl comune di Candelo si trova nella provincia di Biella e conta 8050 abitanti (Candelesi). La Città di Candelo è sempre la porta d’ingresso privilegiata per il turismo sostenibile e d’eccellenza del territorio, grazie a patrimoni di indubitabile valore culturale e turistico: un Ricetto medievale, borgo fortificato unicum in Piemonte e in Italia sorto per iniziativa popolare a cavallo tra XIII e XIV secolo, e la Baraggia, distesa pianeggiante, punteggiata da boschetti di castagni e alberi secolari, considerata una sorta di savana piemontese, dove sono possibili escusioni a piedi, in bicicletta, a cavallo…
Proprio per la presenza del borgo fortificato medievale, Candelo ha ottenuto importantissime certificazioni di valore nazionale e internazionale: dal 2002 fa parte del Club dei Borghi più belli d’Italia certificato dall’ANCI; dal 2007 su Candelo sventola la Bandiera Arancione del Touring Club Italiano; inoltre dal 2008 fa parte delle Gemme del Piemonte, circuito turistico-culturale regionale che promuove e valorizza Candelo e altri comuni d’eccellenza della Regione Piemonte.

Ma Candelo è anche una realtà che, oltre al turismo, punta sulla sostenibilità ambientale. La raccolta differenziata si è attestata nel 2006 a quota 33,57%, mentre l’acqua distribuita dalla rete idrica non ha bisogno di essere potabilizzata perché viene prelevata direttamente nella falda del torrente Cervo. Gli strati di argilla alternati a depositi alluvionali che sovrastano la falda, ne garantiscono la protezione da possibili contaminazioni di origine antropica. mbientale, come quello del Centro Documentazione Ricetti del Piemonte, che si candida a diventare un laboratorio di ricerca e progettazione dei ricetti del Piemonte, così come l'ecomuseo della vitivinicoltura, dove si possono ripercorre gesti e pratiche della memoria rurale del territorio. Un percorso che si completa in un’altra struttura, quella dell’Eco Castagneto didattico, dove è stata allestita una stanza didattica dedicata al ceduo (coltura da legno) di castagno.

Per scoprire il territorio e le sue eccellenze si possono scegliere 3 itinerari attrezzati. Quello rosso, che riguarda il vino e si sviluppa lungo le "antiche trattorie e osterie", l’itinerario azzurro, che sviluppa i temi storici e artistici collegati dal sentimento religioso e quello verde, infine, che chiude il circuito con una passeggiata tra punti panoramici e didattici.
 
 
partners logo regione piemonte logo environment park
 
  Copyright Borghi Sostenibili del Piemonte - Progetto finanziato dall'Assessorato al turismo della Regione Piemonte