Ignora collegamenti di navigazione  
 

 
 

[Registrati]

 

La buona Acqua di Candelo - Campagna di sensibilizzazione

L'acqua di Candelo viene prelevata a mezzo di pozzi in falda profonda nel paleoalveo del torrente Cervo. Gli strati di argilla alternati a depositi alluvionali che sovrastano la falda, ne garantiscono la protezione da possibili contaminazioni di origine antropica: l'acqua è così batteriologicamente e chimicamente pura (parametri ARPA), oltre che buona da bere. Pertanto l'acqua distribuita dall’acquedotto non necessita di alcun trattamento di potabilizzazione in quanto possiede caratteristiche tali da consentirne l'immediata distribuzione così come sgorga dalla falda.
L'etichetta virtuale dell'acqua di Candelo
Allo scopo di consentire un confronto con i parametri chimici indicati sull'etichetta di un'acqua minerale da tavola si elencano i parametri medi riscontrati dall'ARPA.
Attraverso questa analisi ognuno di noi sarà in grado di confrontare la qualità dell'acqua acquistata in bottiglia, che ha un prezzo decisamente superiore, con l'acqua che invece esce dal rubinetto di casa: le caratteristiche sono perfettamente equiparabili.
L'etichetta virtuale dell'acqua di Candelo, con le sue caratteristiche, è nel dossier scaricabile  

Scarica qui il dossier acqua di Candelo (con etichetta virtuale)

Perché preferire l'acqua di Candelo?
Ognuno è libero di acquistare acqua in bottiglia ma così facendo si contribuisce a creare rifiuti e inquinamento da trasporto.  Scegliere la buona acqua di Candelo invece significa bere un'acqua di qualità, buona, controllata, che ci evita di portare avanti pesanti casse di bottiglie piene ogni volta che si fa la spesa perché basta aprire il rubinetto ...
E poi l'acqua di Candelo costa molto meno dell'acqua in bottiglia!
 
Le buone pratiche nell'uso dell'acqua
Per ottimizzare l'utilizzo delle risorse idriche anche a casa propria, si possono adottare dei piccoli accorgimenti: si diminuiscono gli sprechi di una risorsa così preziosa come l'acqua e si risparmia consumandone di meno.
1) Non lasciare scorrere l'acqua inutilmente.

2) Preferire la doccia al bagno, per il quale si consuma in media 100 litri di acqua in più.

3) Lavare frutta e verdura in bacinelle piuttosto che con l'acqua corrente.

4) Usare lavatrice e lavastoviglie (a ridotto consumo) solo a pieno carico.

5) Chiudere il rubinetto mentre laviamo i denti.

6) Innaffiare di sera, specie d'estate, quando l'acqua evapora poco e non viene dispersa.

7) Controllare di non avere perdite nel proprio impianto idrico (basta osservare se il contatore resta fermo a rubinetti chiusi): in caso di perdite, si sprecano moltissimi litri d'acqua al giorno.

Il Comune ha reso noto come si costituisce la tariffa dell’acqua — per maggiori informazioni sulla tariffa, clicca qui

 
 
 
partners logo regione piemonte logo environment park
 
  Copyright Borghi Sostenibili del Piemonte - Progetto finanziato dall'Assessorato al turismo della Regione Piemonte